José Pepe Mujica: Il “presidente povero”;
L’unica cosa che non si può comprare è la vita. Ed è da miserabili sprecare la vita”

Alcune volte arriva un messaggio per l’umanità in un tempo così piccolo, che è una scintilla che passa di mano in mano. Alcune volte quel messaggio arriva a tutti e resta eterno, e il discorso di Pepe è una di quelle scintille, che vale SEMPRE la pena di ricordare per far sì che la luce non si spenga mai,

Accendere una candela invece che maledire l’oscurità

José Pepe Mujica ex presidente dell’Uruguay, lo sguardo dolce, la risata bonaria, i pensieri elevati.
Durante la sua presidenza durata dal 1º marzo 2010 al 1º marzo 2015 ha  sempre devoluto il 90% del suo stipendio a persone bisognose e organizzazioni non governative, non ha mai vissuto nel palazzo presidenziale, e la sua macchina era ed è rimasta un regalo di amici, un maggiolino del 1987 . Perché?
Perché molti suoi connazionali devono vivere con molto meno. Questa la sua risposta al quotidiano El Tiempo.

“Perché quando compro qualcosa, o tu compri, non si paga con i soldi, si paga con il tempo di vita che abbiamo passato a guadagnare quei soldi..”

Il nostro modo di vivere e i nostri valori sono l’espressione della società in cui viviamo e ci aggrappiamo a questo. Non importa se sono presidente (dell’Uruguay).
Ci ho riflettuto molto. Ho passato più di 10 anni in cella d’ isolamento. Ho avuto il tempo. Ho passato 7 anni senza aprire un libro. Ho avuto molto tempo per pensare. Ecco cosa ho scoperto:
O si è felici con poco, senza sovraccaricarsi, perché si ha la felicità dentro di sé, o non si approda a nulla.
Questa non è un apologia della povertà, ma l’apologia della sobrietà.
Abbiamo inventato una società dei consumi….in una continua ricerca della crescita. Se non c’è crescita, è una tragedia. Abbiamo inventato una montagna di bisogni superflui. E viviamo comprando e buttando… E quello che stiamo sprecando è tempo di vita!
Perché quando compro qualcosa, o tu compri, non si paga con i soldi, si paga con il tempo di vita che abbiamo passato a guadagnare quei soldi. Però con questa differenza: L’unica cosa che non si può comprare è la vita. La vita si consuma. Ed è da miserabili consumare la vita a perdere la libertà

Categorie: Coaching

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 × 5 =


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: