“ Perché, dove ci sono gelosia e ambizione, ci saranno anche disordini e ogni tipo di male.”
Giacomo 3:16

Mercoledì 11 luglio 2018

In tutta la Scrittura, Dio ci comanda di amare. Il primo Corinzio ci dice che l’amore è la cosa più grande. L’amore è tutto ciò che conta sulla terra, ed è tutto ciò che durerà nell’eternità. Ma ti sei reso conto che siamo protetti quando siamo nell’amore? Quando siamo egoisti e pensiamo solo al nostro profitto, la Scrittura ci dice che questo apre la porta alla confusione e ad ogni lavoro malvagio. Ma quando camminiamo nell’amore, quando scegliamo di mettere gli altri prima, quando scegliamo di essere pazienti e gentili e di camminare nell’unità, siamo protetti dall’amore. Chiudiamo la porta ai piani del nemico nelle nostre vite.

Oggi controlla il tuo modo di amare.  Leggi  la prima lettera ai Corinzi 13 e vedi se emuli le caratteristiche dell’amore. Ricorda, l’amore non è un sentimento; è una scelta. Ricevi il Suo amore, camminaci dentro e trova la sua grazia e protezione soprannaturale.

Una Benedizione per oggi:
“Padre, vengo umilmente davanti a Te oggi, chiedendo che Tu scruti il mio cuore. Rimuovi ogni egoismo in me e aiutami a camminare sempre nell’amore. Grazie per avermi protetto attraverso le tue promesse in nome di Gesù. Amen”

Colgo l’occasione per inserire la
Prima Lettera ai Corinzi 13, 1-13

[1] Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli,
ma non avessi l’amore,
sarei un bronzo che risuona
o un tamburo che rimbomba.

[2] E se avessi il dono della profezia
e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza,
e possedessi la pienezza della fede
così da trasportare le montagne,
ma non avessi l’amore,
non sono nulla.

[3] E se anche distribuissi tutte le mie sostanze,
e dessi il mio corpo per esser bruciato,
ma non avessi l’amore,
niente mi giova.

[4] L’amore è paziente,
agisce con benevolenza l’amore;
non è invidioso l’amore,
non si vanta, non si gonfia,

[5] non manca di rispetto,
non cerca il suo interesse,
non si esaspera,
non tiene conto del male ricevuto,

[6] non gode dell’ingiustizia,
ma si compiace della verità.

[7] Tutto scusa, tutto crede,
tutto spera, tutto sopporta.

[8] L’amore non avrà mai fine.
Le profezie scompariranno;
il dono delle lingue cesserà,
e la scienza svanirà.

[9] La nostra conoscenza è imperfetta,
e imperfetta la nostra profezia.

[10] Ma quando verrà ciò che è perfetto,
quello che è imperfetto scomparirà.

[11] Quando ero bambino, parlavo da bambino,
pensavo da bambino, ragionavo da bambino.
Ma, divenuto uomo,
ciò che era da bambino l’ho abbandonato.

[12] Adesso vediamo Dio come in uno specchio,
in maniera confusa;
ma allora lo vedremo faccia a faccia.
Ora conosco in modo imperfetto,
ma allora conoscerò perfettamente,
come anch’io sono conosciuto.

[13] Queste dunque le tre cose che rimangono:
la fede, la speranza e l’amore;
ma di tutte la più grande è l’amore.

Categorie: Spiritualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
19 + 27 =


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: